Linguaglossa

Vai alla gallery

Da una parte guarda negli occhi il Gigante di Fuoco, dall’altra le azzurre acque del Mar Jonio. Linguaglossa, caratteristico paese etneo, è l’ideale ponte che unisce con lo sguardo la montagna e il mare, in una suggestione ottica che non ha eguali nel cuore del Mediterraneo. Il tutto, immerso in un concentrato naturale di estrema bellezza. La località, infatti, si allunga sul versante nord-est del vulcano più affascinante d’Europa: l’Etna (3340 m) e fa parte dell’omonimo Parco Nazionale. Un vero paradiso per gli appassionati di camminate, trekking, campi natura per famiglia e ragazzi, che a Linguaglossa possono rivolgersi nel Centro Visita Parco (presso la Pro Loco) per ottenere informazioni dettagliate, e concordare escursioni guidate sul vulcano con guide naturalistiche. Fra i numerosi sentieri che conducono a scenari primordiali, spiccano l’antica Pineta Ragabo, i crateri sommitali e il Monte Nero. Ma Linguaglossa è anche una rinomata stazione invernale, dove si pratica sci di fondo, discesa, alpino. Basta arrivare nella vicina Piano Provenzana (1860-2400 m), per provare l’ebrezza di scivolare sulle piste innevate dell’Etna, mentre sullo sfondo si allungano il profilo di Taormina e più in la quello della Calabria. Una mirabile fusione fra ghiaccio, fuoco e acqua, che richiama turisti da tutto il mondo e regala contrasti cromatici ineguagliabili. Linguaglossa, custode di antiche chiese e palazzi nobiliari barocchi, affacciati sulle tipiche strade lastricate di bàsole di pietra lavica, è anche l’ideale punto di partenza per scoprire altre piacevoli località etnee, come Zafferana, Pedara e Trecastagni.